Ca’ del Faggio

Dalla terra alla bottiglia con tenacia e disciplina.
Ca’ Del Faggio nasce dalle uve prodotte dalle viti storiche che appartengono da generazioni alla nostra famiglia. I vigneti sono nelle frazioni di Guia, Santo Stefano e Soligo, zone riconosciute all’apice qualitativo della denominazione d’origine controllata e garantita. Ci prendiamo personalmente cura delle piante, del terreno, dell’uva e delle necessità che possono avere.
Vogliamo passeggiare tra i filari e permettere ai nostri figli di correrci in mezzo e stare a giocare sull’ erba.
Tenacia e disciplina sono le qualità che accompagnano il nostro lavoro quotidiano. Le pratiche agronomiche scelte sono finalizzate a ridurre e, dove possibile, ad escludere totalmente l’intervento chimico.
Palizzamento, potatura, sfalcio e altre operazioni sono eseguite a mano.

Piantiamo le barbatelle in primavera, quando il clima permette un rapido attecchimento. Potiamo la vite soltanto quando è nella sua fase di riposo. Non irrighiamo.

Per la pacciamatura usiamo l’erba sfalciata e la concimazione è organica.

Rispettiamo il calendario lunare
come nostro padre
ci ha insegnato.

La vendemmia manuale inizia nel vigneto dove le uve risultano essere mature e pronte perciò, ogni anno, è la natura a darci indicazioni. Il bosco di castagno limitrofo fornisce i tutori del vigneto. I salici offrono rami che usiamo per legare le viti.

Quello con la natura è un rapporto stretto, complice e reciprocamente rispettoso.

Le operazioni di vinificazione sono ridotte al minimo affinché il mosto svolga naturalmente la sua fermentazione e nei tempi di cui necessita.

Pochi travasi permettono al vino di mantenere tutte le sostanze che lo compongono e che garantiscono il suo mantenimento nel tempo.
La parola rispetto si presenta in ogni fase di lavorazione, sia in vigna sia in cantina.
Si rispettano le caratteristiche dell’uva e quindi del mosto. Si rispettano i tempi della fermentazione e, successivamente, della spumantizzazione.

Il vino, infatti, resta sui lieviti almeno 60 giorni per arricchirsi in struttura, avere un corredo sensoriale complesso e un perlage fine, oltre che una maggiore durata nel tempo.